19 Maggio 2024

Informativa whistleblowing

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI NELL’AMBITO DEL SERVIZIO DI WHISLTLEBLOWING

(ex. articolo 13 Regolamento (UE) 2016/679) – edizione dicembre 2023

Il Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali UE/2016/679 (d’ora in avanti, anche Regolamento o GDPR) ed il Codice privacy (D. Lgs. 196/03), come modificato dal D. Lgs. 101/18, prevedono che il trattamento dei dati personali delle persone fisiche sia effettuato nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali dell’individuo. I dati personali sono le informazioni riguardanti una persona fisica identificata o identificabile. Il trattamento di dati personali è qualsiasi operazione o insieme di operazioni –compiute sia con strumenti elettronici, che con supporti cartacei- applicate ai dati personali. Particolare attenzione e rispetto di vincoli normativi meritano i dati personali c.d. particolari, tra cui sono compresi, ad esempio, quelli relativi alla salute od all’appartenenza sindacale di una persona fisica.

 

Titolare del trattamento

Il Titolare del trattamento dei dati è Filef Basilicata Cooperativa Sociale, Via Fittipaldi n. 7, 85010, Anzi (PZ), info@filefcoop.org P.IVA 01969770765.

Finalità del trattamento dei dati personali e base giuridica

I dati personali ed eventualmente le categorie particolari di dati personali della persona che effettua una segnalazione ai sensi del D. Lgs. n. 24/2023 tramite i canali predisposti dal Titolare del trattamento sono raccolti al momento della segnalazione stessa e/o nel corso dell’istruttoria successivamente aperta. La comunicazione dei dati personali e particolari del segnalante è facoltativa: il segnalante, infatti, può anche optare per la modalità della segnalazione in forma anonima, in modo da non essere identificato. Qualora, però, scelga di comunicare i propri dati al Titolare del Trattamento, quest’ultimo dovrà trattarli ai fini della gestione della segnalazione. La base giuridica del trattamento è un obbligo legale al quale è soggetto il Titolare del trattamento (art. 6 comma 1 lettere c del Regolamento).

Nell’ipotesi in cui in seguito alla segnalazione in forma anonima il Titolare del trattamento rinvenga gli estremi per un procedimento disciplinare nei confronti della persona segnalata, la segnalazione potrà essere utilizzabile ai fini dell’apertura del procedimento disciplinare e della difesa della persona segnalata solo in presenza del consenso espresso del segnalante alla rivelazione della propria identità. La base giuridica del trattamento è il consenso al trattamento dei propri dati personali per una o più specifiche finalità (art. 6 comma 1 lettera a del Regolamento).

Ove, a seguito dell’istruttoria aperta dal Titolare del trattamento a fronte di una segnalazione anonima, si rinvengano gli estremi per adire un’Autorità amministrativa o giurisdizionale, ma vi è la necessità di rilevare l’identità del segnalante, l’identità potrà essere rilevata solo acquisendo il consenso esplicito del segnalante stesso. La base giuridica del trattamento è il consenso al trattamento dei propri dati personali per una o più specifiche finalità (art. 6 comma 1 lettera a del Regolamento).

 

Destinatari dei dati personali

I dati personali sono trattati da personale vincolato al segreto professionale o soggetto contrattualmente al rispetto dell’obbligo di riservatezza imposto dal titolare steso, e da quest’ultimo autorizzato al trattamento e debitamente istruito. I dati personali e particolari possono essere comunicati a soggetti terzi che effettuano il trattamento per conto del titolare, da quest’ultimo nominati con un atto giuridico ai sensi dell’articolo 28 GDPR e tenuti contrattualmente al rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali. I dati potranno essere comunicati ad Autorità che agiscono come titolari autonomi del trattamento in forza di disposizioni di legge. I dati raccolti tramite i sistemi informatici sono protetti da particolari criteri di sicurezza ad evitare accessi indebiti o la loro sottrazione.

 

Periodo di conservazione dei dati

I dati raccolti saranno conservati per il tempo previsto dalla normativa vigente, pari a cinque anni decorrenti dalla data della comunicazione dell’esito finale della procedura di segnalazione.

 

Diritti dell’interessato

L’interessato, ai sensi dell’art. 15 del Regolamento, ha diritto di ottenere la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati che lo riguardano ed in tal caso, ha il diritto di ottenere una copia dei dati e l’accesso ai dati e alle seguenti informazioni:

  • le finalità del trattamento;
  • le categorie di dati personali in questione;
  • i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati, in particolare se destinatari di paesi terzi o organizzazioni internazionali;
  • quando possibile, il periodo di conservazione dei dati personali previsto oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo;
  • tutte le informazioni disponibili sull’origine dei dati qualora essi non siano raccolti presso l’interessato;
  • l’esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione.

L’interessato ha, inoltre, il diritto di:

  • ottenere dal titolare del trattamento la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano senza ingiustificato ritardo (art 16 del Regolamento);
  • ottenere dal titolare del trattamento la cancellazione (“diritto all’oblio”) dei dati personali che lo riguardano senza ingiustificato ritardo (art. 17 del Regolamento);
  • ottenere dal titolare del trattamento la limitazione del trattamento (art. 18 del Regolamento);
  • ricevere, se applicabile, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali che lo riguardano (art. 20 del Regolamento);
  • opporsi in qualsiasi momento, per motivi connessi alla sua situazione particolare, al trattamento dei dati personali (art. 21 del Regolamento);
  • revocare il proprio consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento eseguito prima della revoca (art. 7 del Regolamento);
  • essere informato dell’esistenza di garanzie adeguate, qualora i dati personali siano trasferiti a un paese terzo o a un’organizzazione internazionale (art. 46 del Regolamento);
  • proporre reclamo a un’autorità di controllo (art. 77 del Regolamento);

 I diritti di cui agli articoli da 15 a 22 del Regolamento elencati sopra possono essere esercitati nei limiti di quanto previsto dall’articolo 2 -undecies del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. Per esercitare tali diritti può rivolgersi al Titolare ai punti di contatto indicati alla sezione “Titolare del Trattamento”.

 

Obbligatorietà del conferimento e conseguenze del rifiuto al conferimento dei dati

Il conferimento dei dati è facoltativo. Qualora essi siano forniti, saranno trattati rispettando gli obblighi di riservatezza di cui all’articolo 12 del D. Lgs. 24/2023. Comunque, la mancata comunicazione di uno o più dati potrebbe comportare impossibilità di effettuare l’istruttoria delle segnalazioni.

 

Trasferimento verso paesi terzi o organizzazioni internazionali

I dati personali forniti dall’interessato e trattati dal Titolare del trattamento non sono oggetto di trasferimento verso organizzazioni internazionali o verso Paesi extra UE.